Acqua magica di Abano Terme: 6 diversi utilizzi

“Se vi è una magia su questo pianeta, è contenuta nell’acqua.”

Loren Eiseley

Abano Terme già all’epoca degli antichi romani era conosciuta per le “acque magiche” che ancora oggi sono miracolose e hanno diversi utilizzi. Addirittura, in passato si usava berne un goccio al giorno per purificare l’organismo e pulire l’intestino (mai provato? Ecco una cosa da fare al prossimo soggiorno all’AbanoRitz!). Conosciamo già la forte azione antiinfiammatoria che ha l’acqua di Abano Terme, tanto quanto i fanghi che maturano in essa, stimolando tra l’altro enormemente il sistema immunitario e avendo un’azione antisettica e rigenerante. Vediamo le azioni benefiche nel dettaglio:

  • Azione antiinfiammatoria: altro che medicine! Le terme salsobromoiodiche di Abano generano uno stimolo che nei mesi successivi alla cura fa sentire i suoi benefici trasformandosi in una vera e propria terapia antiinfiammatoria (sì, non è una bacchetta magica: bisogna avere pazienza e costanza).
  • Stimolazione del sistema immunitario con la conseguente produzione di immunoglobuline secretorie e circolanti.
  • Azione antisettica a livello cutaneo e delle mucose grazie ai sali, come lo iodio e il cloro, presenti nell’acqua. Questi potenziano gli enzimi dei globuli bianchi per l’eliminazione degli organi non graditi ed esterni al nostro organismo.
  • Azione risolvente che allontana dall’organismo, con un processo osmotico, gli elementi prodotti delle infiammazioni, riducendo gonfiori ed edemi, oltre ad aiutare così anche il dimagrimento.
  • Azione sulle mucose generando una vasodilatazione con conseguente aumento della composizione sierosa del muco e delle capacità della clearance mucociliare. In poche parole, l’acqua termale di Abano Terme migliora decisamente le capacità respiratorie.

Solitamente nelle acque termali ci si immerge, le si inalano, sono utilizzate per i fanghi bio doc, ma non solo. AbanoSPA, la linea cosmetica che potete trovare all’AbanoRitz, a base di acqua termale di Abano Terme, propone un nebulizzatore. Ecco quali utilizzi abbiamo provato per voi:

  1. RINFRESCANTE

L’estate si avvicina e nella borsa di ogni donna ormai è onnipresente un nebulizzatore di acqua per combattere l’afa. L’acqua termale, oltre a rinfrescare, idrata ed è molto meglio dell’aria condizionata, che tende invece a disidratare la pelle.

  1. BEAUTY ROUTINE

Una bottiglietta di nebulizzatore di acqua termale nel frigo dà la giusta freschezza per il risveglio mattutino della pelle ed è una buona base per la beauty routine serale non lasciando tracce di calcare, al contrario dell’acqua di rubinetto. Idrata e remineralizza la pelle che deve restare leggermente umida al momento dell’applicazione del siero.

  1. RIGENERANTE

Dopo lo sport, come una bacchetta magica, elimina il rossore della pelle e allevia la stanchezza alle gambe.

  1. FISSANTE

A fine trucco una spruzzatina, strano ma vero, fissa il trucco rendendolo più luminoso oltre a idratare il viso e ad attenuare il residuo polveroso che rimane dopo aver usato la combo di cipria, illuminante, blush e terra.

  1. LENITIVA

Dopo la depilazione o dopo una lunga esposizione al sole, l’acqua termale è un vero toccasana, tanto che è anche indicata per trattare pelli sensibili, eczemi, allergie o dermatite atopica. È consigliata anche dopo gli interventi chirurgici, quando la pelle risulta spesso secca e stressata e si necessita di calmare gli arrossamenti oltre che aiutare la cicatrizzazione.

  1. CAPELLI

Una nebulizzata di acqua termale sui capelli rimette al suo posto i ciuffi ribelli e ravviva l’ondulazione dei capelli.

Veniteci a trovare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Offerte AbanoRitz