Per la 14°edizione il Festival Biblico sceglie di indagare a fondo il mistero del tempo e propone come tema cardine della  lunga riflessione che si svolge in questi giorni in 5 province del Veneto, il FUTURO. Un concetto che suscita infinite interpretazioni e connessioni con la vita, il presente, le emozioni e che nutre società, scienze, filosofie, religioni e arti.

Il Festival ha nel nome il suo principale oggetto di indagine e in questi giorni offre al pubblico la possibilità di scoprire cosa la Bibbia ha da dire sul Futuro e quali orizzonti apre a chiunque abbia la curiosità di andare alla scoperta dei testi sacri o voglia semplicemente misurarsi con un tema ricchissimo di sollecitazioni culturali e sociali.

Nelle tre settimane di programmazione, dal 3 al 27 maggio, il concetto di Futuro verrà esplorato attraverso diverse chiavi tematiche. Alle letture bibliche si affiancherà il filone di appuntamenti di carattere economico e sociale, quello legato alla terra e al rispetto dell’ambiente, oltre a un’ampia analisi sulle prospettive del  progresso scientifico. Una sfida complessa articolata in oltre duecento incontri con relatori e autorità da ogni ambito della società e del sapere.

I temi più cari anche a noi

In questo fitto programma abbiamo il piacere di segnalare alcuni appuntamenti che si terranno a Padova dal 10 al 13 maggio e che a nostro modesto avviso offrono interessanti spunti di riflessione su temi e argomenti verso i quali l’AbanoRITZ pone una costante attenzione, come testimonia questo blog, per offrire ai suoi ospiti una completa esperienza di salute e benessere. Dal ruolo delle donne nella Scrittura, alle potenzialità e i limiti del corpo, alla consapevolezza dell’ambiente che ci circonda, alla convivenza pacifica tra differenti culture, al valore della tradizione, proprio in una prospettiva futura.

Futuro a colori

Partiamo quindi dal tema del corpo che viene affrontato dalla 9°Rassegna internazionale di Illustrazione “I colori del Sacro in corso fino al 24 giugno al Museo Diocesano di Padova.

I visitatori potranno ammirare una selezione di 80 opere di illustratori da tutto il mondo chiamati a interpretare con la loro arte un episodio biblico legato al tema del corpo. Un percorso artistico al di là di ogni dualismo tra aspetti materiali e immateriali, per comprendere in una dimensione unitaria tutta la complessità e la bellezza dell’esistenza umana e della sua relazione con il mondo.

In occasione del Festival biblico, visite guidate alla Mostra su prenotazione. E in occasione della Festa della mamma domenica 13 maggio un piccolo omaggio alle mamme che visiteranno la mostra con il loro bambini.

Messaggere di Dio. Le donne nella Bibbia e le loro interpreti

Venerdì 11/5 ore 17.30,  Lìbrati – Libreria delle donne di Padova

Il nostro futuro a partire dal corpo

Sabato 12 maggio ore 10.00 MUSME – Museo di Storia della Medicina

Un teologo, un filosofo e un ingegnere biomedico si confrontano sul senso della corporeità e delle sue trasformazioni. Testimonial del convegno un giovane atleta, campione paralimpico di nuoto del 2017.

A seguire, visita libera al MUSME.

“E quindi uscimmo a rivedere le stelle”. Il fascino del cielo, oltre il futuro

Sabato 12 maggio, ore 18.00. Planetario

Più forte del buio

Niente può fermare i sogni
con Oney Tapia (atleta)

Sabato 12 maggio ore 21.00. Centro Universitario di Padova

Il futuro nelle religioni, il futuro delle religioni

Costruire percorsi di dialogo gettando ponti di speranza e di senso nel tempo presente

Domenica 13 maggio ore 15.00. Palazzo Moroni, Sala Anziani

La modernità nata dalla tradizione.

Concerto dell’Orchestra d’Archi della Nova Symphonia Patavina

Domenica 13 maggio ore 21.00. Chiesa di San Gaetano

 

Per ogni ulteriore informazione:
www.festivalbiblico.it

Articoli correlati

L’innovazione che è nel nostro DNA photo credits Galileo Festival dell'Innovazione Padova   L'innovazione ha molte forme e può nascondersi anche dietro poltrone rivestite di broccato, suppellettili dal gusto rétro, legni antichi, colori pastello, piatti della tradizione.. Non fatevi ingannare...

Pin It on Pinterest

Share This