Gauguin e gli Impressionisti

 

Ritratto di una giovane donna, Vaite (Jeanne) Goupil. Paul Gauguin – olio su tela, 1896 – Ordrupgaard Collection, Denmark

Capolavori dalla Collezione Ordrupgaard

 

Dal 29 settembre 2018 al 27 gennaio 2019 a Padova, più precisamente a Palazzo Zabarella, in esclusiva la mostra ‘Gauguin e gli Impressionisti’ organizzata da Ordrupgaard di Copenaghen, dalla Fondazione Bano e dal Comune di Padova con i tesori francesi del Museo danese di Ordrupgaard.

Anche in occasione di questa mostra, l’AbanoRitz si propone di favorire la partecipazione a questo e ad altri eventi culturali mettendo a disposizione Just Relax & Events, un pacchetto in abbinamento ad un prezzo speciale di Euro 129,00 a notte di una Double Room ‘Elegant’ con prima colazione e con il 10% di sconto sui trattamenti benessere, più il 10% al ristorante. Ovviamente sono inclusi anche i servizi RitzVital e RitzLife.

 

Prenota JUST RELAX & EVENTS

 

All’interno della mostra, a cura di Anne-Birgitte Fonsmark, si potranno contemplare opere d’arte di Cézanne, Degas, Gauguin, Manet, Monet, Berthe Morisot, Renoir, Matisse. La Fondazione Bano e il Comune di Padova sono stati scelti per l’Italia, assieme ad altre tre sedi mondiali, per accogliere la celebre Collezione danese, in occasione del rinnovo del Museo di Copenaghen che ad essa è dedicato. L’esposizione consentirà al pubblico italiano di ammirare una strepitosa selezione di opere, il meglio della Collezione creata ai primi del Novecento dal banchiere, assicuratore, Consigliere di Stato e filantropo Wilhelm Hansen e da sua moglie Henny. Collezione che è considerata oggi una delle più belle raccolte europee di arte impressionista.

Per la Collezione Hansen costruì una nuova Galleria dove il pubblico poteva ammirare le sue 156 opere che spaziavano dalle tele neoclassiche e romantiche, con David e Delacroix, al realismo e all’impressionismo, al post-impressionismo con Cézanne e Gauguin, e infine Matisse come il primo dei fauve.
Nel ’22, la banca danese degli agricoltori, la più grande banca privata del paese, fallì e trascinò nel suo fallimento anche il finanziere e collezionista che, per evitare il tracollo, decide di svendere i suoi quadri francesi.
Poi la ripresa e, con essa, la decisione di ricostituire la Collezione.
Tra le nuove acquisizioni c’erano il Ritratto di George Sand di Delacroix, una Marina a Le Havre di Monet, Il Lottatore di Daumier. Anche la favolosa interpretazione di Courbet del Capriolo nella neve si unì alla collezione di Hansen, dove avrebbe preso il suo posto come una delle sue opere principali.
L’ultimo acquisto fu di un piccolo pastello di Degas, raffigurante una ballerina che si chinava per aggiustarsi la scarpetta. Il pastello era stato in precedenza di proprietà di Paul Gauguin, che era un grande ammiratore di Degas. Nel 1931 Hansen aveva acquistato il pastello dal politico e scrittore danese Edvard Brandes, che lo aveva avuto da sua cognata, Mette Gauguin.
La raccolta era completa, ma non era più aperta al pubblico. Fu sua moglie a trasmettere la collezione allo stato della Danimarca, rendendola così pubblica.

Per orari e biglietti clicca qui


AbanoRitz Spa Wellfeeling Resort Italy – Abano Terme, Padova – Via Monteortone, 19
Tel. +39 0498633100 – Direct booking +39 0498633444 / 5
E-mail: abanoritz@abanoritz.it

 

 

 

Articoli correlati

Davanzo, l’artista del Brutto Anatroccolo e ... Walter Davanzo: "Opere su carta"   https://www.youtube.com/watch?v=uUnDlMB2gPc   Ancora pochi giorni di esposizione a Mantova per il nostro Walter Davanzo, l'artista trevigiano che diede vita all'ambiente del Ristorante Vintage il Brutto Anatroccolo ...
Le debuttanti dell’AbanoRitz: le nuovissime ... Le nuove stanze della collezione Creative Rooms   Come delle vere e proprie debuttanti al primo ballo entrano a far parte dell'hotel le stanze The wood e The garage che irrompono nello scenario del quinto piano dell'AbanoRitz con un mood che ha originalità da v...
Il Festival del Cinema e le nostre Thermae di Vene... Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica 2018 Lorenzo Mattotti, manifesto ufficiale della 75ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia   Le Thermae di Venezia e l'attenzione alla donna   Almeno due sono i motivi che ...
In visita all’Orto Botanico di Padova   Con la bella stagione si moltiplicano le proposte per chi soggiorna nel padovano e ha la possibilità di esplorare il territorio: ai percorsi culturali si aggiungono quelli naturalistici e non si ha che l'imbarazzo della scelta. C'è una tappa però che mette...

Pin It on Pinterest

Share This