Giovedì 23 novembre alle 17:00, Mariacristina Gribaudi, presidente della Fondazione Musei Civici di Venezia, presenta Sara De Vido per discutere del suo saggio “Donne, violenza e diritto internazionale” (Mimesis edizioni).

L’appuntamento si svolge a Ca’ Pesaro, Galleria Internazionale d’Arte Moderna e rientra all’interno dell’iniziativa “Venezia Città delle Donne“. Il progetto è realizzato in collaborazione con le numerose associazioni che operano negli ambiti della ricerca sulle donne, sul femminile e sulle pari opportunità, in Veneto, in Italia e a livello internazionale.

Gli approfondimenti che la Fondazione porterà avanti partono dalla specificità dei musei, il cui valore aggiunto è quello di ripercorrere, attraverso suggestioni e momenti di riflessione, la storia delle donne che hanno contribuito a creare la città di Venezia nei secoli.

 

Il libro

Il volume “Donne, Violenza e Diritto internazionale. La Convenzione di Istanbul del Consiglio d’Europa del 2011” è una analisi di diritto internazionale della recente Convenzione, entrata in vigore nel 2014, sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica conclusa nel quadro del Consiglio d’Europa.

Lo studio si articola in tre capitoli. Il primo è volto a scomporre, dal punto di vista giuridico, la nozione di violenza contro le donne, cercando di cogliere la portata di un grave fenomeno sociale, che affligge tutte le società e tutte le epoche. Due forme di violenza, segnatamente lo stupro e la violenza domestica, sono affrontate dal punto di vista del divieto di tortura, trattamento inumano o degradante. Il secondo analizza nel dettaglio la Convenzione, mettendone in luce gli elementi di innovatività, in particolare con riferimento agli obblighi in capo agli Stati parte e al diritto sostanziale. Il terzo capitolo evidenzia, da un lato, le potenzialità della Convenzione, aperta alla ratifica anche dell’Unione europea e degli Stati non membri del Consiglio d’Europa, nonché futuro modello per ulteriori strumenti giuridici internazionali sulla lotta alla violenza contro le donne; dall’altro lato, enfatizza i “silenzi” della stessa, con riguardo alla prostituzione, alla violenza nel mondo digitale, alla specifi ca situazione di vulnerabilità delle donne in carcere.

Lo studio, che si è definito giusinternazionalfemminista, incrocia ed esplora per taluni profili altri terreni, quali il diritto dell’Unione europea e il diritto interno di alcuni Stati. Esso affronta, inoltre, alcuni ambiti al confine tra diritto e scienze sociali, quali lo studio delle nozioni parità-uguaglianza-non discriminazione nell’ottica del diritto internazionale.

 

L’autrice

Sara De Vido, dottorato di ricerca in diritto internazionale all’Università di Padova, insegna diritto internazionale, diritto dell’Unione europea e International Business Law all’Università Ca’ Foscari Venezia.

È vice-direttrice del Cestudir (Centro Studi sui Diritti Umani) all’Università Ca’ Foscari. È affiliata al Manchester International Law Centre, UK, dove ha co-fondato il Women in International Law Network (WILnet), un network che riunisce donne che lavorano, studiano, contribuiscono al diritto internazionale. È stata recentemente visiting academic alla University of Manchester (UK), all’università Hitotsubashi a Tokyo e all’università di Kobe (Giappone).

Ha insegnato “Globalization, Ethics, Welfare and Human Rights” alla Venice International University di San Servolo nella primavera 2016. Tiene lezioni in italiano, inglese e francese in Italia e all’estero. Tra i suoi interessi di ricerca: diritto internazionale dei diritti umani, in particolare diritti delle donne, parità di genere, studi femministi di diritto internazionale, ma anche diritto all’acqua, status di rifugiato, divieto di genocidio; lo studio degli strumenti giuridici di contrasto al fi nanziamento al terrorismo, riciclaggio, corruzione.

Articoli correlati

Le avventure di un viaggiatore alla corte Moghul: ... Il prossimo appuntamento con le presentazioni di libri all'AbanoRITZ in collaborazione con Strada del vino dei Colli Euganei, è in programma per sabato 9 giugno alle 18.00 in Sala Specchi. protagonista della serata il volume: «Un veneziano alla corte Moghul. Vita...
Veneziano Pop Luciano Zarotti e Ca’ Pesaro n... L'annegato, 1974, olio su tela, cm 130x150   Dal 20 Gennaio al 18 Febbraio alla Ca’ Pesaro di Venezia – Galleria Internazionale d’Arte Moderna, la mostra di Luciano Zarotti. A cura di Stefano Annibaletto e Marina Wallace; direzione scientifica di Elisabet...
Si aprono le danze: Carnevale di Venezia 2018 Il Carnevale di Venezia 2018 comincia sabato 27 gennaio e darà il meglio di sé fino a martedì 13 febbraio. Ecco le date più importanti da ricordare!   Il PROGRAMMA 27 e 28 gennaio: Apertura / Festa Veneziana, la grande inaugurazione del Carnevale con ...
25 novembre: Giornata internazionale contro la vio... La Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne è stata istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel dicembre del 1999. Da allora, ogni 25 novembre, i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG si impegnano a organiz...

AbanoRitz Spa Wellfeeling Resort Italy - Abano Terme, Padova - Via Monteortone, 19 Tel. +39 049 8633100 - Fax +39 049 667549 - Direct booking +39 049 8633444 / 5 E-mail: abanoritz@abanoritz.it - Skype address: Abanoritz

Pin It on Pinterest

Share This