La Giuggiola, una delle eccellenze dei nostri Colli Euganei

“L’autunno è la stagione più dolce e quello che perdiamo in fiori lo guadagniamo in frutti.”

Samuel Butler

La Giuggiola, questo prelibato frutto conosciuto soprattutto per l’espressione italiana “andare in brodo di giuggiole”, cioè gongolare piacevolmente, godersi qualcosa di particolarmente bello. Ma questo sarebbe riduttivo per le sue molteplici proprietà: oltre a essere ricco di vitamina C, aiuta a digerire, a dormire meglio e a far passare l’ansia. Parliamone!

Questo frutto cresce sul Giuggiolo, un albero molto alto e rampicante di origine Siriana, che si diffonde anche in Cina e nei paesi asiatici in genere, fino ad arrivare ai nostri amati Colli Euganei nel 1660. Qui prende piede iniziandoci a dare una delle prelibatezze tipiche dei nostri bei borghi.

La Giuggiola matura tra settembre e ottobre, della forma e grandezza di un’oliva e inizialmente di colore verde con un sapore molto simile a quello della mela. Maturando, la pelle è più tendente al marrone e raggrinzisce diventando più dolce (effettivamente brutta da vedere, ma una bontà infinita per le nostre papille, ndr).

La medicina tradizionale cinese consigliava questo frutto per aiutare la digestione, invece è più moderno l’utilizzarle per placare l’ansia e il dolore. Che funzioni? Il cambio stagione potrebbe essere il momento perfetto per provarne l’efficacia. La presenza di tannini gli dà proprietà antinfiammatorie e la ricchezza di fosforo e ferro aiutano a coadiuvare la circolazione sanguigna. La forte presenza di vitamina C rafforza il sistema immunitario senza dimenticare che la Giuggiola potenzia anche la memoria. Ottima per tutte le età quindi!

Ma come si può gustare questo magico frutto? La preparazione più conosciuta è sicuramente il Brodo di Giuggiole, un liquore ottenuto dopo una lunga macerazione di un’infusione idroalcolica di giuggiole mature, mele cotogne, scorze di limone, uva, melograni e altra frutta per l’aggiunta di zucchero. Il liquido ottenuto viene filtrato e direttamente imbottigliato… pronto per essere degustato bello freddo! Questo è un prodotto tipico di Arquà Petrarca, piccolo borgo medievale Euganeo.

Arquà Petrarca organizza ogni anno la Festa della Giuggiola che quest’anno si svolgerà tra il 6 e il 13 ottobre. Spettacoli musicali, esposizioni d’arte e artigianato, degustazioni ed eventi nello sfondo della casa del Petrarca, della sua tomba, del suo villaggio.  L’ospitalità degli abitanti che vi apriranno le loro porte, vi farà scoprire prodotti, usi locali… e non potrete più farne a meno! E per il trasporto non preoccupatevi: delle navette sono organizzate a richiesta dall’hotel al villaggio.

A pochi chilometri da Arquà Petrarca, al di fuori di queste date, anche all’AbanoRitz potete gustare un po’ di questa festa: dal grande giuggiolo nel nostro parco giardino al brodo di giuggiole servito dai nostri attenti barman. Quindi cosa aspettate? Contattateci per più informazioni sulle nostre offerte!

Le nostre offerte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Offerte AbanoRitz