Sono ancora i giorni del Vinitaly, appuntamento immancabile non solo per gli operatori del settore vitivinicolo, ma per tutto il mondo del food&drink di cui ci occupiamo con la rubrica «Degustibus». O per meglio dire: per tutto il mondo, punto! Come recita il pay off dell’evento fieristico internazionale: A world wide passion Il mondo del vino non ha più confini.

L’olio extravergine d’oliva euganeo

In questo mondo sconfinato dove il vino è solo il punto di partenza di un viaggio meraviglioso per la gioia del nostro palato, tra i frutti della terra e i prodotti di eccellenza che ne derivano, c’è posto anche per l’olio d’oliva.  E in particolare per l’olio euganeo, che sarà rappresentato dallo stand dell’Unione di Comuni dei Colli Euganei che organizza il concorso per il Premio Olio Euganeo. Istituito esattamente vent’anni fa, nel 1998, a Galzignano il Premio ha aggregato tutti comuni del parco Colli sotto il marchio di un prodotto territoriale di eccellenza.

Grande soddisfazione ha espresso il sindaco di Galzignano Riccardo Masin, in conferenza stampa per i risultati raggiunti dal Premio come conseguenza di una forte volontà di collaborazione tra amministrazioni e aziende per la valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti tipici.

I dati dell’olivicoltura euganea parlano chiaro. Sono 550 i coltivatori euganei impegnati in 500 ettari di uliveti, per una produzione media di 20mila quintali di olive da cui si estraggono 2mila ettolitri di olio. Per cause naturali, la produzione del 2017 è stata inferiore rispetto agli anni precedenti, ma i valori del prodotto raggiunti sono ai livelli di eccellenza dei marchi tradizionalmente noti. Un dato tra tutti: il livello di acidità intorno allo 0.1-0. 2%, quando il limite fissato dal concorso è dello 0.6, più basso ancora dello 0.8% previsto dalla legge.

Premio “POMEA D’ORO”

Ogni anno il Comune di Galzignano Terme rinnova il concorso per l’assegnazione del premio “Olio extravergine di oliva dei Colli Euganei” all’olio extravergine di oliva ottenuto da olive prodotte, trasformate e confezionate nel territorio del Parco Regionale dei Colli Euganei.

Come si racconta nella presentazione del Premio:L’olio Euganeo, una realtà per molti ancora sconosciuta, che si sta affermando per le caratteristiche qualitative di eccellenza. Quelle olfattive, che vanno dagli aromi di carciofo, di pomodoro, di mandorle, di erba appena tagliata, al gusto amaro, dolce e piccante.  Alle caratteristiche chimiche, bassa acidità e basso valore del grado di ossidazione. Valori che derivano dalla varietà degli olivi, dai terreni Euganei di origine vulcanica, dal clima e molto dalla cura e dal lavoro degli olivicoltori. ”

La premiazione della prossima edizione del concorso si terrà durante la serata di gala di venerdì 4 maggio, al Golf Club Padova di Valsanzibio. La cerimonia prevede la consegna degli attestati alle aziende e il premio Fedeltà ai partecipanti alla Pomea per almeno 12 volte.

Il presidente del comitato organizzatore Antonio Sturaro che ha istituito il premio insieme all’imprenditore Luciano Ottolitri raccoglie la sfida ad  aumentare la quantità e la qualità di un olio già di eccellenza nei prossimi anni.

Articoli correlati

Un tocco di colore al tuo benessere   La primavera è un'esplosione di colori e se dovessimo esprimere una preferenza di fronte a questo immenso spettacolo della natura, avremmo l'imbarazzo della scelta. Non c'è da stupirsi dal momento che il colore è sostanzialmente fatto di luce e in quest...
Scopri l’originale ricetta dello SpRITZ all&...   E’ tra gli aperitivi più conosciuti al mondo, ma non ha un’unica ricetta. E da oggi anche all’AbanoRITZ è possibile gustare una versione speciale dello Spritz che accomuna la storia di due famiglie e una lunga tradizione d'impresa. Nato in Veneto agli i...
Anna M. Catano: “Il partigiano Franco”...   Nell'ambito delle presentazioni letterarie, il prossimo appuntamento qui all'AbanoRitz è per venerdì 19 gennaio 2018, alle ore 18,00. Saremo lieti di ospitare Anna Maria Catano con il suo ultimo libro "Il partigiano Franco".   Il libro  ...
Menù per l’autunno-inverno al Brutto Anatroc... Con l'arrivo dei primi freddi si rinnova anche il menù del nostro ristorantino vintage "Il Brutto Anatroccolo". Piatti più sostanziosi, caldi abbracci di gusto sempre a base degli ingredienti migliori e di stagione, per coccolarvi tra sapori tradizionali e nuove sug...

Pin It on Pinterest

Share This