MONTIRONE, la culla delle terme di Abano

“Quando si tratta di combattere per i tuoi sogni, sii un drago. Respira il fuoco.”

Richelle E. Goodrich

Le Sorgenti del Montirone, Mons Ieronis. Abano Terme, citata negli antichi documenti con il termine latino Aponus, è da sempre rinomata per le sue terme miracolose. Il nome deriva dal latino ap, acqua, anche se alcune fonti letterarie ne fanno una traduzione dal greco a-ponos, cioè “che toglie il dolore”.

Il Montirone è una delle più importanti testimonianze delle terme di Abano con le sue cinque vasche e le sue sorgenti. Gli antichi abitanti della zona vi si recavano per compiere riti legati al recupero della salute già nell’ VIII secolo a.C. . Ritrovamenti archeologici attestano la presenza di un tempio dedicato al dio Apono dal I secolo d.C. circa, oltre che di un emporium di vasellame destinato a rifornire i visitatori per bere l’acqua terapeutica. Queste le prime tracce, che continuano nella storia fino ai giorni nostri.

Un’imponente ingresso racchiude una verde collina e queste antiche fonti ricche di magia e mistero. Il colonnato d’ingresso è stato progettato nel 1825 da uno dei maggiori esponenti dello stile neoclassico in Veneto: Giuseppe Jappelli. Ed è proprio una di queste colonne ad apparire nello stemma di Abano Terme, tra le grinfie di Gerione, il mitico drago alato, simbolo araldico di vigilanza, custodia e fedeltà.

Questo stesso drago alato è il soggetto di una delle opere immaginate e create durante il Super Walls – Festival Biennale della Street Art dalla crew d’oltralpe Le Cremerie. Questo murales, davanti al Duomo di San Lorenzo ad Abano Terme, ritrae il Gerione avvolto dalla natura dei Colli Euganei, dalle terme e dalle acque termali aponensi. Poco lontano altre opere, come le due maschere marrone e azzurra (fango e acqua) a lato del cinema-teatro Marconi: simbolo del teatro stesso e dei Sartori, maestri delle maschere ai quali si deve anche il Museo Internazionale della Maschera. Presenti anche lavori di Alessio-b che conosciamo per aver dipinto per noi un’opera con la sua famosa Monalisa in smocking riservata alla nostra camera 510-Recycling. Tutte le opere sono state realizzate con vernice Airlite che purifica l’aria.

Il Parco Montirone ha anche inaugurato mercoledì 10 luglio la rassegna “Cinema in Giardino” organizzando cinque imperdibili proiezioni proprio nel Parco Montirone, sotto le stelle e tra i fumi termali.

Tutto questo e molto altro è facilmente raggiungibile a pochi minuti dal nostro hotel. Non perdete quindi la possibilità di rivivere l’arte, la storia e la cultura delle Terme più famose in Europa scegliendo tra le nostre svariate proposte di soggiorno.

Offerte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Offerte AbanoRitz