Approdando a Venezia : viaggio verso il Guggenheim

“Se esiste qualcosa che può competere in bellezza con Venezia è il riflesso di questa città su Canal Grande al tramonto.”

Peggy Guggenheim

L’Hotel AbanoRitz fa parte del Consorzio Ville Venete: ville, castelli, giardini e dimore storiche per scoprire e assaporare il Veneto tra cultura, enogastronomia, sport, relax ed eventi.

Il 4 Novembre abbiamo avuto l’onore di una visita guidata alla Peggy Guggenheim Collection su invito di Karole B. P. Vail, nipote della mitica Peggy Guggenheim, che da ormai più di due anni è direttrice, sulle orme della nonna, di questa fantastica realtà.

Un’esperienza unica! Dopo un breve viaggio in auto, costeggiando la nostra ricca Riviera del Brenta, si arriva alla magnifica Villa Foscari “La Malcontenta”, una maestosa villa palladiana non visitabile, ma con una interessantissima storia. Questa si affaccia al Terminal Fusina, porta storica del sud della laguna, e dopo aver lasciato la macchina nel comodissimo, ampio e custodito parcheggio, ci si imbarca per la prima vera escursione: l’arrivo a Venezia via mare. L’approdo è a pochi passi da Piazza San Marco, alle Zattere, più precisamente di fronte alla Chiesa di Santa Maria del Rosario, il più grande esempio di complesso conventuale del XVIII secolo. Al suo interno si ritrova una grande armonia: lo splendido soffitto del Tiepolo composto da tre grandi riquadri con L’apparizione della Vergine a San DomenicoL’istituzione del Rosario e La gloria di San Domenico e numerosi monocromi. Ma ritroviamo altri importanti autori come Giambattista Piazzetta, Sebastiano Ricci e Gianmaria Morlaiter. Senza dimenticare la pala di Tintoretto rappresentante la Crocifissione, restaurata da Piazzetta in occasione dello spostamento dalla chiesa vicina.

All’approdo, dopo una veloce visita alla chiesa, si può facilmente raggiungere il museo Guggenheim e grazie a un accordo, i nostri ospiti potranno beneficiare adesso di alcuni vantaggi per le visite:

  • Sconto di 2,00 Euro sul prezzo del biglietto di entrata del museo.
  • Entrata privilegiata “skip the line” alla biglietteria.
  • Visite guidate al museo con tariffe agevolate.
  • Su disponibilità, laboratori per bambini dai 4 ai 10 anni le domeniche dalle 15:00 alle 16:30 (prenotazione necessaria entro il venerdì precedente).

Palazzo Venier dei Leoni ospita la Collezione Peggy Guggenheim da anni. Una sede che è un capolavoro incompiuto dell’architettura, noto infatti come il palazzo non finito. La costruzione è iniziata nel 1748 su progetto dell’architetto Lorenzo Boschetti. Si ha un modello, al Museo Corner di Venezia, di come sarebbe dovuto essere il lavoro una volta finito. La magnifica facciata classica avrebbe fatto da contrappeso all’opposto Palazzo Corner e si pensa che sia una delle possibili ragioni per le quali l’opera rimase incompiuta: la famiglia Corner temeva potesse superare il proprio palazzo per grandezza e magnificenza. Si narra che l’associazione ai leoni sia per il fatto che nel giardino veniva una volta tenuto un leone, ma rimane una leggenda: è più probabile che il nome derivi dalle teste di leone in pietra d’Istria che decorano la facciata al livello dell’acqua.

Agli inizi del ‘900 il palazzo era proprietà dell’eccentrica Marchesa Luisa Casati, molto conosciuta nel mondo artistico dell’epoca. Alla fine del 1948 Peggy Guggenheim, donna determinante nello sviluppo dell’arte del XX secolo, acquista Palazzo Venier trasferendocisi. Fino al 1979, anno della sua morte, decide anche di aprire il palazzo e la collezione al pubblico, donandoli poi alla gestione della Fondazione Solomon R. Guggenheim.

Potete trovare tutte le informazioni alla portineria dell’Hotel AbanoRitz, quindi vi aspettiamo per un soggiorno tra relax, enogastronomia e cultura unico nel suo genere!

Offerte di soggiorno all'AbanoRitz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Offerte AbanoRitz